Cerca nel blog

giovedì 7 giugno 2018

I CONNETTIVI (=los conectores)

 



A COSA SERVONO I CONNETTIVI: 
a) chiariscono i legami logici e semantici tra le parti del testo;
b) segnalano i rapporti che l’autore ha voluto instaurare tra le informazioni date;
c) aiutano e guidano all’interpretazione del testo;
d) integrano e armonizzano progressivamente le informazioni;
e) contribuiscono allo sviluppo degli argomenti.


I connettivi sono delle forme invariabili (congiunzioni, locuzioni, avverbi, verbi, preposizioni) che funzionano da ponte e uniscono in modo logico i diversi contenuti di un testo.
  
Esempio: 
Sono uscita prima questa mattina, eppure non ho fatto in tempo! (=he salido antes esta mañana, sin embargo no he llegado a tiempo!)



La funzione di connettivo può essere svolta da parole di diversa natura grammaticale come:

Le preposizioni:  Ho pensato di invitarti a pranzo domani (=he pensado de invitarte a comer mañana)

Le congiunzioni: ma, però, ciononostante, perciò, finché, che, dunque, perché, se, malgrado che, affinché, ecc. : 
Non ho studiato perché stavo molto male (=no he estudiado por que estaba muy mal)

Gli vverbi e le locuzioni avverbiali così, allora, successivamente, cioè, inoltre ecc.:  
Penso quindi esisto (=pienso así que existo)

I verbi : Abbiamo cantato, ballato, mangiato e chiacchierato insieme, riassumendo ci siamo divertiti molto! (=hemos cantado, bailado, comido y charlado juntos, en resumen lo hemos pasado muy bien!)

Alcune espressioni: da un certo punto di vista, in pratica, d’altra parte, in altri termini, per dirla in breve, come si è detto pocanzi, ecc. : Preferirei che tu smettessi di parlare, in altre parole lascia stare e vattene! (=preferiría que tú dejaras de hablar, en otras palabras dejalo y vete!).

 
I connettivi che seguono sono i più usati in base alle funzioni principali che un testo richiede.
Attenzione: alcuni connettivi possono assumere delle funzioni logiche diverse a seconda del contesto (ad es. perché può significare por que ma anche para que).


Connettivi per introdurre

1) Una RELAZIONE TEMPORALE che esprima

Anteriorità: prima (=antes), dapprima (=primero), già (=ya), a partire da (=a partir de), in principio (=al principio), all'inizio (=a comienzo), in precedenza / precedentemente (=con anterioridad, anteriormente), qualche giorno fa (=hace unos días),  da allora (=desde entonces), anticamente (=antiguamente), una volta (=una vez), a quei tempi (=en aquellos tiempos), fino a (=hasta), a quei tempi / in quel periodo (=en aquel entonces, en esa época).


Contemporaneità: ora / adesso (=ahora), mentre (=mientras), allo stesso tempo / contemporaneamente (=al mismo tiempo), nel frattempo (=entretanto), intanto che (mientras que), a questo punto / in questo momento / in questo istante (=en este momento), proprio allora
(=justo entonces).

Posteriorità: poi (=luego), alla fine (=al final, finalmente), di seguito (=a continuación), in seguito (=posteriormente, acto seguido), successivamente, dopodiché (=después de eso) dopo molto tempo (=después de mucho tiempo), dopo vari anni (=después de varios años), quindi (=luego)


2) Una CAUSA:
- Quando la causa precede l’effetto: quindi (=así que), per questo (=por eso), allora (=entonces), per questa ragione/ per questo motivo (=por esta razón), di conseguenza (=en consecuencia/ de ahí que), dunque / pertanto / perció (=por consiguiente, por ende, por tanto),  così che (=así que), da ciò si deduce che (=de eso se deduce que), ne deriva che (=de ello se desprende que), in modo che (=de manera que).

- Quando l’effetto precede la causa:  siccome (=como que), dato che (=dado que), poiché /visto que (=ya que), perché (=porque), dal momento che (=puesto que), per il fatto che (=por el hecho que), in quanto (=en cuanto que).


3) Una relazione SPAZIALE
Dove (=donde), (=allí), (=allá), sopra (=arriba), sotto (=abajo), verso (=hacia), in direzione di (=en dirección de), a destra (=a la derecha), a sinistra (=a la izquierda), fino a (=hasta a) , all’interno (=en el interior), all’esterno (=en el exterior), davanti (=delante), dietro (=detrás), qui (=aquí).


4) Un FINE
Affinché / perché (=para que, a fin de que), per (=para), allo scopo di /in vista di / al fine di (=con el fin de ), allora (=pues).


5) Una LIMITAZIONE 
Anche se / benché / sebbene (=aunque), nonostante (=no obstante)


6) un CONTRASTO


Ma (=sino, pero) però (= pero, sin embargo), invece / anziché (=en vez de / en cambio), ciononostante / malgrado ciò (=a pesar de todo), tuttavia /eppure (=sin embargo), ebbene (=ahora bien), in certa misura (=en cierto modo), mentre (=mientras), al contrario /per contro (=por el contrario), comunque (=sea como sea, vaya como vaya).


7) Una CONCLUSIONE:
Quindi (=así que, por ello, por tanto), perciò (=por eso), pertanto (=por lo tanto), allora (=entonces),  infine – in conclusione – per concludere – concludendo – in ultima analisi, insomma (=en suma, en conclusisión, finalmente).


8) per SUDDIVIDERE/ENUMERARE:
Prima di tutto / innanzitutto / anzitutto (primero, ante todo, antes que nada), per cominciare (=para empezar) in primo luogo, in secondo luogo, in terzo luogo (=en primer lugar, en segundo lugar, en tercer lugar), poi (=luego), dunque (=por tanto / luego) d'altra parte, d'altro canto (=por otro lado), da una parte....dall'altra (=por un lado...por otro), inoltre (=además), oltre a questo /oltre a ciò (=además de eso), per quanto riguarda (=con respecto a), anzi (=incluso), infine (=por último), in sintesi (=en resumen), in conclusione /insomma (=en conclusión / en suma /en definitiva), non ci resta che (sólo podemos / no queda más remedio que..), e (=y), anche / pure (=también), nello stesso modo (=de la misma manera).

9) ESPLICATIVI
Stabiliscono un rapporto di chiarificazione, introducono una spiegazione.

Spiegazione: 

Cioè /ossia (=es decir / o sea), detto altrimenti (=dicho de otro modo), in altre parole (=en otras palabras), infatti (=en efecto/efectivamente),  

Esemplificazione: 
ad esempio (=por ejemplo), nel caso di (=en caso de), occore dire (vale la pena decir), occorre sottolineare (=conviene destacar), la cosa più iportante (=lo más importante/lo principal)
per quanto riguarda (=con respecto a), riguardo a (=acerca de), in relazione a (=en relación a), tra l’altro (=entre otras cosas)


10) IPOTETICI
Introducono un’ipotesi.
Ammettendo che, ammesso che (=suponiendo que), nel caso in cui (=en el caso de), partendo dal presupposto che (=asumiendo como punto de partida), ipoteticamente, poniamo il caso che (=digamos que), purché (=siempre y cuando)
11) Per fare un CONFRONTRO:
Come (=como), analogamente (=de modo similar, análogamente), allo stesso modo (=del mismo modo), tanto....quanto (=tanto....como), più / meno...  di (=más / menos... que)

12) per esprimere una VALUTAZIONE:Purtroppo (=desafortunatamente), per mesecondo me a mio giudizio (=según yo, para mí, en mi opinión); per quanto ne sappiamo - per quanto ne sanno (=por lo que se sabe, por lo que sabemos), si pensa che – si crede che – si ritiene che (=se piensa que, se supone que, se cree que..), da quanto (ci) risulta (=por lo que sabemos).

E se vuoi ENFATIZZARE/SOTTOLINEARE: 
Soprattutto – in particolare – in modo particolare – particolarmente – specialmente (=sobre todo, en particular, especialmente), vale la pena di (=merece la pena de), vorrei richiamare la vostra attenzione a/su...(=me gustaría llamar vuestra atención), vorrei sottolineare (=quisiera subrayar) vorrei ribadire (=quisiera reiterar).

FATENE UN BUON USO  
alla prossima, 
Lucia 


Nessun commento:

Posta un commento