Cerca nel blog

venerdì 20 ottobre 2017

MI RACCOMANDO!

Una delle espressioni più usate in italiano è: 'mi raccomando'.
È il modo sintetico con cui noi italiani diciamo al nostro interlocutore di stare attenti, di prestare attenzione a qualcosa di importante che va fatta o non deve essere dimenticata. Lo usiamo anche per incoraggiare, per stimolare e rincuorare qualcuno che si trova giú di morale.
In spagnolo possiamo tradurlo con 'asegúrate de', 'no te olvides', 'ánimo, vamos', 'venga' o semplicemente con un 'por favor'.

'Mi raccomando, fa' i compiti' (=recuerda los deberes)
'Mi raccomando, va' a quella cena con Paolo (=asegúrate de ir a cenar con Paolo)
'Su con il morale, mi raccomando!' (=¡Arriba ese moral!)
'Mi raccomando, non dimenticare le chiavi altrimenti non possiamo entrare in casa!' (=¡No te olvides de las llaves, si no no podemos entrar en casa!)
'Mi raccomando, stai attento!' (=por favor, ten cuidad!)



In questo video, Federico Idiomatico ci parla di questa espressione così tipicamente italiana: 

mercoledì 18 ottobre 2017

I primi 111 verbi italiani

Quali sono in italiano i verbi che più usiamo?

Essere, avere, andare, fare, venire, mangiare, lavorare, dire, dormire, parlare, pensare, camminare, ecc...

In questo link, utilissimo, trovate i primi 111 verbi italiani, che non possono mancare nel vocabolario di un alunno di livello elementare. 
Ci sono varie liste di verbi: lista dei verbi in ordine alfabetico, una lista di verbi con presente irregolare, una lista di verbi con participio passato irregolare, una lista dei verbi con imperfetto irregolare e una lista dei verbi con futuro irregolare.

http://www.scudit.net/md111verbi.htm


martedì 12 settembre 2017

CORSI DI ITALIANO 2017-2018



CURS D'ITALIÀ AL CENTRE CÍVIC COTXERES-CASINET 

 
Italià nivell 0

Dilluns
de 10.00 a 11.30 h (10 sessions)
Casinet (sala 03), 61,65 €
Dimarts
de 19.30 a 21.00 h (10 sessions),
Casinet (sala 02), 61,65 €
Dimecres
de 18.00 a 19.30 h (9 sessions)
Institució Montserrat (aula M.Curie, 3r pis), 55,49 €

Treballarem la gramàtica, l’article, els substantius i els adjectius, els numerals. El verb: ser, haver, present d’indicatiu dels verbs regulars i irregulars; les preposicions; els possessius.
Aprendrem el lèxic bàsic per presentar-se, saludar; parlar d’un mateix, de la família, de costums i temps lliure, de la ciutat i el barri, de restaurants, de compres, parlar dels gustos i activitats personals.
Lèxic bàsic per a escriure textos breus amb argument col·loquial.
Les sessions són íntegra-ment en italià.



ITALIÀ NIVELL 1
Dimecres
de 19.30 a 21.00 h (9 sessions)
Institució Montserrat (aula M. Curie, 3r pis), 55,49 €

Dijous
de 18.00 a 19.30 h (9 sessions)
Barrufet (aula 202), 55,49 €

Consolidarem i perfeccionarem la gramàtica del curs anterior i continuarem amb: les contraccions, articles i preposicions, els pronoms directes i indirectes, els pronoms i adjectius indefinits, el pretèrit perfet i imperfet d’indicatiu, el futur i el condicional. Ampliarem lèxic per descriure el temps, anar a comprar, descriure físicament una persona, parlar d’experiències passades i de projectes futurs. Desenvoluparem el vocabulari i les estructures necessàries per defensar-se en contextos comunicatius bàsics de la vida quotidiana.


ITALIÀ NIVELL 2

Dijous
de 19.30 a 21.00 h (9 sessions)
Barrufet (aula 202), 55,49 €

Podràs entendre i participar en converses senzilles, llegir un article d’opinió i resumir-ne el contingut, expressar el teu punt de vista, descriure llocs
i persones.



ITALIÀ A TRAVÉS DE LES REGIONS
(Es requereix coneixements d’italià)


Dilluns
de 18.15 a 19.45 h (10 sessions)
Barrufet (aula 202), 61,65 €

Aquest taller està adreçat als alumnes que hagin acabat el nivell 2 i a persones que ja tenen una base d’italià i que volen mantenir la pràctica de l’idioma especialment en la conversa.
 Viatjarem per les 20 regions del país, en coneixerem les característiques geogràfiques, el folklore i les festes, la història, gastronomia i art.
Coneixerem les diferents varietats regionals de la llengua italiana (sabies que a Itàlia es parlen 35 idiomes diferents?) a través de les cançons i textos literaris. L’objectiu del curs és millorar la comprensió oral i escrita i contribuir a l’adquisició de coneixements històrics, geogràfics i  culturals d’Itàlia.



ITALIÀ A TRAVÈS DE LES CANÇONS 
(Es requereix coneixements d’italià)


Dilluns
de 19.45 a 21.15 h (10 sessions)
Barrufet (aula 202), 61,65 €

Aquest curs està dirigit a les persones que tenen un nivell d’italià bàsic i
volen aprendre l’italià de una manera més intuïtiva i amena. A través de les cançons treballarem la comprensió oral i la pronunciació, aprofundint i repassant gramàtica i lèxic. A més a més farem un recorregut històric de la cançó italiana: començarem des de Modugno i Carosone, passarem per Battisti, Celentano, Gaber i Jannacci, coneixerem les grans intèrprets (Mina, Ornella Vanoni, Mia Martini, Fiorella Mannoia, Elisa), l’escola de Gènova (Gino Paoli, Luigi Tenco), els cantautors bons (Lucio Dalla, Gianna Nannini, Francesco de Gregori, Pino Daniele, Carmen Consoli) i els grans  (Paolo Conte, Fabrizio de André, Franco Battiato, Ivano Fossati).


LA MÀFIA: CHE COS’È?
(Es requereix coneixements d’italià)



Dimarts 
de 18.00 a 19.30 h (10 sessions)
Casinet (sala 02), 61,65 €

Aquest curs de conversa de nivell intermedi està dedicat a l’estudi del fenomen mafiós: què es la màfia? Quan neix? Per què? Quantes màfies existeixen en el territori italià? Llegirem els llibres d’Antonio Nicaso "La mafia spiegata ai ragazzi", el de Giovanni Falcone 'Cose di Cosa Nostra', seguirem la filmografia aconsellada per Iñigo Dominguez en 'Crónicas de la mafia'. A més a més, veurem pel·lícules com Il giorno della civetta de Damiano Damiani, Cadaveri eccellenti  i Le mani sulla città de Francesco Rosi, 'A ciascuno il suo' d' Elio Petri, Il camorrista de Giuseppe Tornatore, I cento passi de Marco Tullio Giordana, ‘Gomorra’ de Matteo Garrone, , 'Il Divo' de Paolo Sorrentino,‘La mafia uccide solo d’estate’ de Pif.
Per a aquest curs es requereix un bon nivell d'italià.


Tallers del centre cívic de Cotxeres-Casinet

domenica 13 novembre 2016

COMBATTENTE


 Mia figlia di nove anni ha scelto questa canzone italiana da portare oggi a scuola per il suo progetto d'aula 'Els Jocs paralímpics' (=i Giochi Paralimpici). La traduzione l'abbiamo fatta insieme.
Si tratta del nuovo singolo di Fiorella Mannoia, tratto dal cd omonimo, Combattente. 
BUON ASCOLTO!



COMBATTENTE
 
Forse è vero,
Mi sono un po' addolcita.
La vita mi ha smussato gli angoli,
Mi ha tolto qualche asperità.
Il tempo ha cucito qualche ferita
E forse tolto anche ai miei muscoli
Un po' di elasticità.
Ma non sottovalutare la mia voglia di lottare
Perché è rimasta uguale.
Non sottovalutare di me niente,
Sono comunque sempre una combattente.

È una regola che vale in tutto l'universo,
chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso.
E anche se la paura fa tremare
Non ho mai smesso di lottare.

Per tutto quello che è giusto
Per ogni cosa che ho desiderato
Per chi mi ha chiesto aiuto
Per chi mi ha veramente amato.
E anche se qualche volta ho sbagliato
e qualcuno non mi ha ringraziato mai,
So che in fondo
Ritorna tutto quel che dai.

Perché è una regola che vale in tutto l'universo,
chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso.
E anche se il mondo può far male
non ho mai smesso di lottare.
È una regola che cambia tutto l'universo
perché chi lotta per qualcosa non sarà mai perso.
E in questa lacrima infinita
C'è tutto il senso della vita.

È una regola che vale in tutto l'universo
chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso.
E anche se il mondo può far male
non ho mai smesso di lottare.
È una regola che cambia tutto l'universo
perché chi lotta per qualcosa non sarà mai perso.
E in questa lacrima infinita
C'è tutto il senso della mia vita.


COMBATIENTE

Quizá es verdad,
me he dulcificado un poco.
La vida me ha limado los ángulos,
ha eliminado alguna aspereza.
El tiempo ha cosido alguna herida
y, tal vez, también ha quitado a mis músculos
un poco de elasticidad.

Pero no subestimes mis ganas de luchar,
porque siguen siendo las mismas.
No subestimes nada de mí:
sigo siendo, de cualquier forma, una luchadora.

Es una regla válida en todo el universo:
quien no lucha por algo ha perdido ya, en cualquier caso.
Y aunque el miedo haga temblar,
nunca he dejado de luchar.

Por todo lo que es justo,
por todas las cosas que he deseado,
por quien me ha pedido ayuda,
por quien me ha amado de verdad.
Y aunque alguna vez me haya equivocado
y alguno no me haya dado nunca las gracias,
sé que, en el fondo,
todo lo que das, vuelve.


Porque es una regla válida en todo el universo
Quien no lucha por algo ha perdido ya, en cualquier caso.
Y aunque el mundo pueda hacer daño,
nunca he dejado de luchar.
Es una regla que cambia todo el universo,
porque quien lucha por algo no se perderá nunca,
y en esta lágrima infinita
está todo el sentido de la vida.

Porque es una regla que vale en todo el universo:
quien no lucha por algo ha perdido ya, en cualquier caso.
Y aunque el mundo pueda hacer daño,
nunca he dejado de luchar.
Es una regla que canvia todo el universo
porque quien lucha por algo no se perderá nunca
Y en esta lagrima infinita
está todo el sentido de mi vida.

giovedì 28 aprile 2016

ESPRESSIONI DI LUOGO


- vicino a (= cerca de) ↔  lontano da (= lejos de)
- La mia casa è vicino alla (a+la) scuola   /  la mia casa è lontano dalla (da+la) scuola
- La mia casa è vicino all'(a+l')università / La mia casa è lontano dall'(da+l') università.
- La mia casa è vicino allo (a+lo) stadio / La mia casa è lontano dallo (da+lo) stadio.

Vicino a+la = alla biblioteca   
           a+le = alle scuole  
           a+il = al bar          
           a+i = ai ristoranti      
           a+lo = allo stadio di calcio    
           a+gli = agli amici     
           a+l' = all' amica    

Lontano da+ la = dalla biblioteca               
               da+le = dalle case                    
               da+il = dal  mare                   
               da +i = dai  palazzi                     
               da+lo = dallo stadio                     
               da+gli = dagli edifici                   
               da+ l'= dall'autostrada                          
- Dietro a (=detrás de) ↔ Davanti a (=delante de) / di fronte a (=en frente de)
Dietro all' (a+l')università c'è un supermercato (=destrá de la universidad hay un super).

Davanti all'università c'è un bar (=delante de la universidad hay un bar).
Di fronte allo
(a+lo) stadio c'è un edicola (=en frente del estadio está un quiosco).

- Sotto (=debajo de) ↔ Sopra (=sobre, enciama de) su+articolo determinativo (=sobre, encima de)
Sotto il tavolo c'è il gatto (=debajo de la mesta está el gato)

Sopra / sul (su+il) il tavolo c'è il gatto (=encima de la mesa esté el gato).
Ho lasciato il libro sopra / sul tavolo
La finestra dà sulla (su+la) strada (= la ventana da a la calle)
I quadri sono sulle (su+le) pareti (=los cuadros están en las paredes).

su + la = sulla scrivania (=sobre el escritorio)
su + le = sulle pareti (=sobre las paredes)

su + il = sul muro (=sobre el muro)
su + i = sui muri (=sobre los muros)
su + lo = sullo spazzolino (=sobre el zepillo)
su + l'= sull'albero  (=sobre el arbol)
su +gli = sugli alberi (=sobre los arboles)

- Dentro (=dentro de/ In (=en) + articolo determinativo ↔ fuori da (=fuera de)+ articolo determinativo
Dentro la borsa c'è il portafoglio (=dentro del bolso está el monedero).
Nella (in+la) borsa ci sono le chiavi =en el bolso están las llaves).
Dentro il cassetto ci sono le mutande (=dentro del cajón están los calzoncillos).
Nell'(in+l') armadio c'è il mio cappotto grigio (=en el armario está mi abrigo gris).
Paolo mi aspetta fuori dalla (=da+la) scuola (=Pablo me espera fuera de la escuela).
Fuori dallo (da+lo) stadio ci sono molte persone (=fuera del estadio hay muchas personas).

in+la = nella casa
in+le = nelle case
in+il = nel cassetto (=en el cajón)
in+i = nei cassetti (=en los cajones)
in+lo = nello scaffale (=en el estante)
in+gli = negli scaffali (=en los estantes)
in+l'= nell'armadio
- Da (= desde) + articolo determinativo...fino a (=hasta a )+ articolo determinativo
Esco dalla (=da+la) scuola alle 18.00 (=salgo de la escuela a las 18:00). 
Ho camminato da Piazza di Spagna fino a Piazza del Popolo (=he caminado desde .... hasta .....).
Dagli Appennini alle Ande (= de los Apeninos a los Andes).

- Tra/fra (=entre)
Tra la lavagna /=pizarra) e la porta c'è uno scaffale (=una estantería).

- In fondo a (= en el fondo de)+ articolo determinativo
In fondo alla (a+la) camera (=habitación) c'è l'armadio.

- In mezzo a (=en el medio de)+ articolo determinativo
In mezzo alla stanza (=habitación) c'è un tavolo.

- Nell'angolo di (= en la esquina)+ articolo determinativo
Nell'angolo della (di+la) casa

- a sinistra di (=a la izquierda de) a destra di (=a la derecha de)+ articolo determinativo
A sinistra del (di+il) tavolo c'è una sedia e a destra della (di+la) porta c'è la televisione.
A sinistra di + la = della                       
                di + le = delle                     
                di +il = del                           
                di + i = dei                        
                di + lo = dello                    
                di + gli = degli                   
                di + l'= dell'                    

- accanto a / di fianco a (=a lado de)+ articolo determinativo
accanto alla finestra c'è una libreria.

- intorno a (=alrededor de)+ articolo determinativo
Intorno all' (a+l') edificio c'è un giardino.

- Attraverso (= a través)
La luce penetra attraverso le persiane (=la luz penetra a través de las persianas). 

SCHEMA DELLE PPREPOSIZIONI ARTICOLATE 
(preposizione semplice + articolo determinativo)


Esempi: 
Il mio palazzo è davanti alla scuola di mia figlia (=mi edificio está delante de la escuela de mi hija).
Dietro al mio palazzo c'è un benzinaio (= detrás de mi edificio está una gasolinera).
In mezzo alla stanza, vicino alla finestra, c'è un divano (=en medio de la habitación , cerca de la ventana, está un sofá).
Davanti al divano c'è uno scaffale (=delante del sofá hay una estantería).
Dietro alla poltrona c'è un tavolo (=detrás de la butaca hay una mesa).
La mia casa si trova lontano dalla scuola.
Il pianoforte si trova tra la porta e la finestra.
Sopra lo scaffale c'è uno specchio (=sobre el estante hay un espejo).
Accanto allo specchio c'è un quadro (=a lado del espejo hay un cuadro).
Tra il divano e lo scaffale c'è un tavolino (=entre el sofá y el estante hay una mesita).
La libreria è nell'angolo della stanza, accanto all'attaccapanni (=la librería están en la esquina de la habitación, a lado del perchero).
Il bagno è in fondo al corridoio, tra il soggiorno e la camera da letto (=el baño está al final del pasillo, entre el salón y la habitación).
I libri sono sulla scrivani (=los libros están sobre el escritorio).
Nell'armadio ci sono i vestiti. (=en el armario está la ropa).
Il gelato è nel surgelatore (=el helado está en el congelador)
Sulle pareti si sono quadri e fotografie (= sobre las paredes hay cuadros y fotos).

SAPORE DI SALE di Gino Paoli


Sapore di sale
sapore di mare,
che hai sulla pelle,
che hai sulle labbra,
quando esci dallacqua
e ti vieni a sdraiare
vicino a me
vicino a me.
Sapore di sale,
sapore di mare,
un gusto un po’ amaro
 di cose perdute,
di cose lasciate
lontano da noi
dove il mondo è diverso,
diverso da qui.
Il tempo è dei giorni
che passano pigri
e lasciano in bocca
il gusto del sale.
Ti butti nell’acqua,
 mi lasci a guardarti
e rimango da solo
nella sabbia e nel sole.
 Poi torni vicino
e ti lasci cadere
così nella sabbia e nelle mie braccia
e mentre ti bacio,
sapore di sale,
sapore di mare,
sapore di te.


mercoledì 13 aprile 2016

Per esprimere necessità




La necessità di compiere una determinata azione in italiano si può esprimere in modo impersonale e in modo personale.

MODO IMPERSONALE:

1) Con il verbo bisognare alla terza persona singolare: 
- Bisogna + infinito (= hay que+ infinitivo)
Bisogna mangiare in fretta il gelato altrimenti si scioglie (=hay que comer de prisa el helado sino se derrite).
Per andare a Capri bisogna prendere il traghetto (=para ir a Capri hay que coger un ferry).
Bisogna vedere questo film, tutti ne parlano (=hay que ver esta peli, todo el mundo habla de ella).
Che cosa bisogna studiare per diventare un politico? (=¿qué hay que estudiar para llegar a ser un político?)

- Bisogna che + congiuntivo  (=hace falta que + subjuntivo)

Bisogna che io ti dica quello che devi fare?  (=¿hace falta que te diga lo que tienes que hacer?).
Bisogna che Paolo si svegli presto (=hace falta que Pablo se despierte pronto)


2) Sinonimo di 'bisognare' è il verbo occorrere:
- Occorre + infinito
Occorre fare in fretta (=hay que darse prisa).
Occorre essere puntuali (=hay que ser puntuales).

- Occorre + congiuntivo
Occorre che tutto cambi perché tutto resti com'è (=hace falta que todo cambie para que todo sigua igual).

- Occorre + sostantivo singolare
Occorre pazienza per imparare una lingua

- Occorrono + sostantivo plurale
Occorrono disciplina, abilità, talento e studio per suonare bene uno strumento (=hace falta disciplina, abilidad, talento y estudio para tocar bien un instrumento).

3) Con esserci bisogno di: 
- C’è bisogno di + infinito o sostantivo (=hace falta+infinitivo o sustantivo)

C'è bisogno del tuo aiuto (=hace falta tu ayuda)

Non c’è bisogno di urlare, non sono sordo! (= no hace falta gritar, no soy sordo!)
C'è bisogno di tempo e pazienza per cucinare (=hace falta tiempo y paciencia para cocinar).
C'è bisogno di dire qualcosa? (=¿hace falta decir algo?) 

- C'è bisogno che + congiuntivo
Non c'è bisogno che tu venga ad aiutarmi (=no hace falta que tu vengas a ayudarme)

4) Con il verbo pronominale  volerci 
Ci vuole + sostantivo singolare (=se necesita)

Per fare una buona paella quanto tempo ci vuole? Ci vuole almeno un'ora (=¿para hacer una buena paella cuánto tiempo se necesita? Se necesita por lo menos una hora):
Per scrivere ci vuole una penna (=para escribir se necesita un boligrafo)
Per sopportare quella persona ci vuole tanta pazienza (=para aguantar esa persona hace falta mucha paciencia).
Per andare in quell'agriturismo ci vuole la macchina (=para ir a esa casa rural hace falta un coche)

Ci vogliono + sostantivo plurale (=se necesitan)
Per andare a Madrid in macchina ci vogliono almeno 4 ore. (=para ir a Madrid en coche, se necesitan 4 horas).
Per comprare una casa a Barcellona ci vogliono molti soldi (=para comprarse una casa en Barcelona hace falta mucho dinero).
Per arrivare a casa ci vogliono ancora dieci minuti (=para llegar a casa se necesitan 10 minutos más).


5) con essere necessario:

È necessario il tuo aiuto (=es necesaria tu ayuda).
È necessario studiare di più (=es necesario estudiar más).


6) con dovere  alla terza persona singolare e plurale:

Si deve aspettare in silenzio (=se debe esperar en silencio).



MODO PERSONALE: 

1) Avere bisogno di + infinito o nome (=necessitar + infinitivo o sustantivo).
io ho bisogno di mangiare (=necesito comer/tengo necesidad de comer)
tu hai bisogno di soldi (=necesitas dinero)
lui, lei, Lei ha bisogno di pace e tranquillità
noi abbiamo bisogno di dormire (=necesitamos dormir)
voi avete bisogno di imparare italiano (=vosotros necesitáis aprender italiano)
loro non hanno bisogno di niente (=ellos no necesitan nada)

Sono troppo stanca, ho bisogno di riposarmi un po’ (=estoy demasiado cansada, necesito descansar un poco).
Sei un egocentrico ed egoista, tu non hai bisogno di nessuno!! (=eres un egocéntrico y egoista, tú no necesitas a nadie).
Non correre così , noi abbiamo bisogno di fare una pausa (=no corras así, nosotros necesitamos hacer un descanso).
Non ti lamentare sempre, si può sapere di che cosa hai bisogno per stare bene? (=no te quejes siempre ¿se puede saber qué necesitas para estar bien?)
Di che cosa ho bisogno per viaggiare? (=¿qué necesito para viajar?)

2) Il verbo dovere:
Devo scrivere ai miei genitori (=tengo que escribir a mis padres)
Devi allennarti per la partita? (=¿tienes que entrenarte para el partido?)


PRONOME INDIRETTO + VERBO IMPERSONALE

 1) Il verbo servire :
Mi servono duecento Euro (=me hacen falta 200 euros)
Ti serve il computer oggi? (=te hace falta el ordenador hoy?)

2) il verbo occorrere + pronome complemento
Ti occorre qualcosa? (=¿te hace falta algo?)



Qui trovate degli esercizi da fare con soluzione:
ci vuole/ ci vogliono / bisogna (clicca sopra)
C'è / ci sono  ci vuole /ci vogliono (clicca sopra)



CI VUOLE UN FIORE (=se necesita una flor) di Sergio Endrigo

Per fare un tavolo ci vuole il legno (=para hecer una mesa se necesita la madera)
per fare il legno ci vuole l'albero (=para hacer la madera se necesita el arbol)
per fare l'albero ci vuole il seme (=para hacer el arbol se necesita la semilla)
per fare il seme ci vuole il frutto (=para hacer la semilla se necesita el fruto)
per fare il frutto ci vuole un fiore (=para hacer el fruto se necesita una flor)
ci vuole un fiore, ci vuole un fiore,
per fare un tavolo ci vuole un fio-o-re.

Per fare un fiore ci vuole un ramo (=para hacer una flor se necesita una rama)
per fare il ramo ci vuole l'albero (=para hacer la rama se necesita el arbol)
per fare l'albero ci vuole il bosco (=para hacer el arbol se necesita el bosque)
per fare il bosco ci vuole il monte (=para hacer el bosque se necesita el monte)
per fare il monte ci vuol la terra (=para hacer el monte se necesita la tierra)
per far la terra ci Vuole un fiore (=para hacer la tierra se necesita una flor)
per fare tutto ci vuole un fio-r-e (=para hacer todo se necesita una flor)

Per fare un tavolo ci vuole il legno
per fare il legno ci vuole l'albero
per fare l'albero ci vuole il seme
per fare il seme ci vuole il frutto
per fare il frutto ci vuole il fiore
ci vuole il fiore, ci vuole il fiore,
per fare tutto ci vuole un fio-o-re.

giovedì 10 marzo 2016

LE PAROLE DEL TEMPO

 Pioverà? Non pioverà?
Farà brutto? Farà bello?
Dovrò uscire con l’ombrello?
Ma se uscissi con l’ombrelllo
lo so già farebbe bello.
Eppoi questo non è tutto.
Senza ombrello, ci scommetto,
muterebbe in tempo brutto.
Sole, pioggia, ma perché vi burlate sempre di me? 

( Colombini Monti)

Le parole del tempo

Com’è il tempo oggi? Piove (=llueve), c’è il sole (=hay sol), fa freddo (=hace frío), c'è la nebbia (=hay niebla)?
  • C’è il SOLEÈ una giornata soleggiata (=hace un día soleado)
  • C’è la PIOGGIA (=la lluvia). Il tempo è piovoso (=el tiempo es lluvioso).
  • C’è la NEVE (=la nieve). Fuori sta nevicando (=fuera está nevando)
  • Ci sono le NUVOLE (=las nubes). Il cielo è nuvoloso (=el cielo está nublado)
Rispondi alle domande della "La scheda del tempo".

E ieri a Barcellona che tempo faceva?
- C'era il sole (=había sol).
- Pioveva e faceva freddo (=llovía y hacía frío)

E domani che tempo farà?
- Ci sarà molto vento e farà freddo.

LE PRECIPITAZIONI (=las precipitaciones)
1) La pioggia (=la lluvia) : scende la pioggia (Gianni Morandi)
Piovere (=llover): piove (Jovanotti)
Piovere a catinelle/ piovere a dirotto (=llover a cántaros)

Imperfetto: 
Ieri pioveva a catinelle

Passato prossimo:
Il fine settiman scorso ha /è piovuto sempre (tutti i verbi che esprimono condizioni atmosferiche usano indifferentemente essere o avere , anche se la tradizione grammaticale consiglierebbe l'ausiliare essere).


2) La neve (=la nieve): la neve (Mina)
Nevicare (=nevar): nevica (Max De Angelis)

Imperfetto indicativo: 
Nel mio paese nevicava ogni inverno (=en mi pueblo cada invierno nevaba)


Passato prossimo: ha /è nevicato
 L'otto marzo 2010 ha / è nevicato a Barcellona.

3) La grandine (=el granizo): sole e grandine (Luca Marino)
Grandinare (=granizar)

Imperfetto: 
Grandinava ormai da mezz'ora (=granizaba desde hace ya media hora)


Passato prossimo: 
Dove ha /è grandinato ieri?

4) Il temporale (=la tormenta): il temporale (Stadio)
il fulmine, i fulmini  (=el rayo). Ma un colpo di fulmine significa 'un flechazo' e un fulmine a ciel sereno significa all'improvviso (=de repente).
Il lampo, i lampi (=el relampago)
Il trono, i troni (=los truenos)


Ieri  un forte temporale si è abbattuto su Barcellona con il cielo che verso le 17 si è improvvisamente oscurato, riempendosi di lampi e tuoni.
 
5) Il diluvio: il diluvio universale (Annalisa)
Diluviare
Imperfetto: 
Tantissima pioggia ieri, diluviava 

Passato prossimo:  
Ha/è diluviato tutta la notte.

Mhhh...che altro c'è? (=¿qué más hay?)
C'è il vento  e la brezza (=el viento y la brisa)
C'è l'umidità (=la humedad)
C'è l'afa (=el bochorno)
C'è la nebbia (la niebla)
C'è la rugiada (=el rocío)
C'è la brina (=la brizna)
C'è l'arcobaleno (=el arcoiris)

Di solito che tempo fa a Barcellona?
C'è il sole quasi tutto l'anno, piove poco, anche se quando piove diluvia. Non c'è mai la nebbia e di rado nevica, ma quando cade un po' di neve, come l'otto marzo del 2010, la città va in tilt (=la ciudad se colapsa).

Com'è il tempo a  Barcellona d'estate/ in estate (=en verano)?
È sempre bello, fa molto caldo, ma un caldo afoso (=un calor bochornoso). 

Che tempo fa a Barcellona d' inverno/ in inverno (=en invierno)?
Il tempo è bello,  non fa molto freddo ma è un freddo umido non secco.

Il tempo qui e altrove (=el tiempo aquí y en otro lugar): 

Che tempo fa oggi a Roma? E a Firenze? Che tempo è previsto domani a Bologna? Cercalo sui siti internet con le previsioni del tempo: ilmeteo.it o meteo.corriere.it.Confronta  il clima della tua città con quello di altre: scheda "Confronto il clima di due luoghi".

Il clima in Italia
 Il testo del Centro COME è un testo semplificato, fatto da bambini di quinta di primaria, che fornisce una serie di informazioni sulla geografia e sul clima dell'Italia:" Geografia e clima dell'Italia".


Ma che freddo fa (Nada)


D'inverno il sole stanco
a letto presto se ne va
non ce la fa più
non ce la fa più
la notte adesso scende
con le sue mani fredde su di me
ma che freddo fa
ma che freddo fa 

basterebbe una carezza
per un cuore di ragazza
forse allora sì - che t'amerei. 

Cos'è la vita
senza l'amore
è solo un albero
che foglie non ha più
e s'alza il vento
un vento freddo
come le foglie
le speranze butta giù
ma questa vita cos'è
se manchi tu.

Mi sento una farfalla
che sui fiori non vola più
che non vola più
che non vola più
mi son bruciata al fuoco
del tuo grande amore
che s'è spento già
ma che freddo fa
ma che freddo fa
tu ragazzo m'hai delusa
hai rubato dal mio viso
quel sorriso che non tornerà.
 

Cos'è la vita
senza l'amore
è solo un albero
che foglie non ha più
e s'alza il vento
un vento freddo
come le foglie
le speranze butta giù
ma questa vita cos'è
se manchi tu. 


Non mi ami più
che freddo fa
cos'è la vita
se manchi tu
non mi ami più

che freddo fa